• Oltre ogni limite

    2017-04-09  PROSECCHISSIMA

    Sembra quasi un lontano ricordo, ma a conferma del titolo delle news, anche in questa NON SEMPLICE competizione che chiamarla Granfondo secondo me risulta riduttivo, i nostri portacolori si sono impagnati dando il massimo per ben figurare in una gara così impegnativa. Bravi a tutti e soprattutto a Giampietro Lolato che per far da supporter al proprio figlio Matteo, si è improvvisato anche ottimo fotografo ufficiale del team.

     FOTO PROSECCHISSIMA

     

     

    2017-04-15  ADRIAN E AGOSTINO IN LIGURIA

    Proprio nel weekend di Pasqua i due single Agostino e Adrian, liberi da impegni affettivi, si sono diretti alla volta della Ligura per effettuare un tour di due giorni nell’aspro e impegnativo quanto affascinante paesaggio lungo la costa. Numerose le foto da loro raccolte.

    FOTO LIGURIA

     

     

    2017-04-15 ALTA MARCA VAN DER VLADERENDEREN

    Tiberio si molla in una delle specialità che stanno andando di moda (ovvero il percorsi gravel), quello che in gergo veneto diremmo “a bici da càvini”. La prima occasione è l’Alta Marca Van Der Vaderenrden che si snoda nelle colline sopra Conegliano-Tarzo sfruttando numerose strade bianche o càvini de campi.

    FOTO VAN VALDERENEDERN

     

     

    2017-04-15 GIUSEPPE E MARINA IN TOSCANA

    Marina e Giuseppe non smettono la bici nemmeno per le festività pasquali e si divertono in Toscana, su e xò per colline crete e strade bianche…. beati loro.

    GIUSEPPE MARINA TOSCANA

     

     

    2017-04-24 TRIS IN GRAPPA

    Agostino, Massimo e Valente sfruttano il ponte del 25 aprile per una girata in compagnia nelle retrovie del Grappa, con un incontro ravvicinato con un gallo cedrone.

    TRIS IN GRAPPA

     

     

    2017-04-24 VENETO GRAVEL

    Era l’impegno più probante e più “proibitivo” per i partecipanti con i suoi 600 km e quasi 4.000 mt di dislivello in totale autosufficienza. Ha messo a dura prova mezzi ma soprattutto i fisici dei nostri compagni di squadra. La difficoltà e soprattutto la lunghezza del tracciato ha fatto la sua selezione costringendo ad una amara arresa Marco Petrin per crampi, Marina per risentimenti a un ginocchio e Adrian più o meno per lo stesso motivo.
    Sicuramente ce l’hanno messa tutta e prima di decidere di fermarsi posso immaginare quanto sia stato difficile per loro dire “provo un altro po’ ” …. “magari passa” fino a dire “basta non ce la faccio proprio più”. E’ già un’esperienza che ho fatto anch’io e che ben rappresenta il titolo della news “OLTRE OGNI LIMITE” e quanto sia il rammarico di rinunciare ma lo stesso impegno di riprovarci e di rifarsi sulle prossime sfide.

    Ce l’hanno fatta Antonio che notoriamente era ed è il più preparato viste le lunghe distanze che fin da inizio stagione già metteva in saccoccia. E poi, con più giudizio, ma con altrettanta stima nei loro confronti hanno portato a casa questa grandiosa avventura lunga 600 km anche Tiberio con una eroica Michela, che sebbene abbia utilizzato una e-bike elettro-assistita sicuramente avrà dovuto sobbarcarsi tutto il peso dei bagagli per due persone (tanto Tiberio ghe ghavarà ditto, “questi portai ti che te ghè a bici elettrica”), il peso della o delle batterie di scorta (tanto Tiberio ghe ghavarà ditto, “ghettu vossuo a bici elettrica desso te te porti anca e batterie) e infine avrà dovuto sopportare anche i rimproveri de Tiberio stesso…. : “Michelaaaaa !!!  Va pian !!!!!  Xe massa comodo ndar co a bici elettrica e far manco fadiga, vara mi come son ciappà co sta “bici da cavini qua”.

    Insomma il vero protagonista di questa VENETO GRAVEL è indubbiamente MICHELA che con le sue qualità ha portato a casa uno dei più bei primati che possa ottenere, assecondare e accompagnare il marito Tiberio in uno degli sport che gli piacciono di più.

    Un complimenti anche all’organizzatore Roberto Polato e moglie che anche questa volta con pochissimi mezzi e tanta passione hanno messo in piedi questa manifestazione e hanno di fatto stupito tutti i partecipanti con questo avvincente percorso.

    VENETO GRAVEL

     

     

     2017-04-25 CARRETTA NEI BERICI

    I Carretta ai Berici sono di casa e quindi il loro percorso che ogni anno viene proposto in questo periodo, e sempre diverso, ha fatto divertire il gruppetto di bikers che hanno deciso di parteciparvi. Peccato la ormai “cronica” poca affluenza ai giri che necessitano di un trasferimento in auto che non raccolgono mai tanti consensi e sfaldano sempre il gruppo in due.

    GIRO BERICI

     

     

    2017-04-25 MTB BRENTA-MUSON

    Ecco il gruppetto di “dissociati” che al giro programmato dei Carretta sui Colli Berici, hanno preferito, per motivi di tempo e di impegni vari, effettuare qualcosa di più soft seguendo i placidi argini del Brenta e del Muson.

    BRENTA MUSON

     

     

    2017-04-30 BDC FOZA-TURCIO

    Anche il gruppo degli stradisti aveva i suoi impegni in questo ultimo weekend-lungo del primo maggio con la lunga e impegnativa salita di Foza che con i suoi quasi 900 mt di dislivello raggiunge quota 1000 di Foza. Il gruppo una volta ricompattato a Foza prosegue tagliando lungo un freddo Altopiano di Asiago per poi scendere lungo il lato frontale. Belle foto raccolte anche da loro.

    BDC FOZA TURCIO

     

     

    2017-04-30 PIANURA VICENTINA BY FANTON E ADRIAN

    Una bella prova di durata anche quest’ultima domenica che seguendo una traccia proposta da Adrian e perfettamente guidata dall’indigeno Fanton ha portato i nostri biker lungo un tracciato da oltre 100 km e 600 mt di dislivello lungo gli inediti sterrati della pianura vicentina. Complimenti ai tracciatori e ai “finisher”

    PIANURA VICENTINA

    2017-05-01 ROCKY MOUNTAIN MARATHON BIKE

    Mi ci metto anch’io nella lista degli “Oltre ogni limite” perchè dovevo saldare un conto aperto con la Marathon del Bike Festival di Riva del Garda del 2015 in cui decisi per un disperato ritiro a circa 20 km dall’arrivo, stremato dalle forze. La condizione quest’anno era peggiore ma nonostante tutto sono riuscito ugualmente a portare a termine la marathon nel percorso Ronda Extrema con i suoi 90 km e oltre 3.800 mt di dislivello.

    ROCKY MOUNTAIN MARATHON

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *